GUIDA AL SELFIE PERFETTO

Un tempo era farsi una foto con l’autoscatto. Tipo che schiacciavi il bottone e iniziava il count down. Peccato che ora che vi posizionavate davanti alla macchina fotografica, vi sistemavate i capelli e cercavate di assumere una foto sexy, la foto era già stata scattata da un pezzo. E magari proprio nel momento in cui vi stavate sistemando i pantaloni che cascavano.

Oggi è tutto più semplice, grazie agli smartphone. Ormai è selfie mania e non potete certo farvi trovare trovare impreparate, specialmente in tempi in cui l’immagine è il vostro biglietto da visita principale. Se quindi esiste il Manuale delle giovani marmotte, non poteva mancare quello per il selfie perfetto. In molti infatti, Belen compresa (regina di cuori che prima erano di un’altra e di selfie), hanno dispensato consigli sull’argomento. Io ho preferito affidarmi ad  un esperto del settore.

come fare il selfie d'autore

COME FARE IL SELFIE PERFETTO

Seguendo i consigli del  fotografo, creativo ed esperto di comunicazione visiva Cosimo Sergi, diventerete sicuramente delle artiste di selfie. Anche se ho voluto metterci lo zampino.

  • Quando fate il selfie, tenete il braccio ben disteso: stando troppo vicine all’obiettivo rischiate di deformare i lineamenti.  Come scrisse Elle DeGeneres per il selfie più ritwittato degli Oscar: “Se solo il braccio (di Bradley) fosse stato più lungo”. Ma per fortuna hanno inventato  le aste selfie.
  • Per avere una bella luce, mettersi vicino ad una finestra: le giornate “velate” sono l’ideale, perché i raggi del sole, filtrati dalle nuvole, disegnano tratti più morbidi.  Chi abita al Nord quindi avrà sempre il cielo ideale per i selfie. Carissime abitanti del sud, c’avrete pure il sole, il mare e il vento ma i selfie perfetti ve li scordate.
  • Pronte per scattare? Mettetevi di tre quarti e fate dei piccoli movimenti: quando appare un triangolino luminoso nella pupilla, significa che le ombre sono attenuate e la posizione è corretta. Inclinate il viso e guardate leggermente verso l’alto nell’obiettivo, cosi minimizzate il doppio mento senza assumere un’antipatica aria di sfida.  Per chi ha carenze in nozioni di matematica e geometria, munirsi di libri cosi da calcolare perfettamente i tre quarti e riconoscere il triangolo. Altrimenti usate dello scotch e il doppio mento sparirà comunque.
  • La spontaneità è la caratteristica del selfie. Prima di scattare, rilassate il viso spalancando la bocca il più possibile, come se doveste addentare un grosso panino. Poi mentre la richiudete, scattate quando le labbra sono ancora leggermente aperte.   Ma sbaglio o la spontaneità non ha regole? Comunque, per quelle che non mangiano carboidrati da mesi e non ricordano un panino, possono simulare di addentare una mela. Il risultato sarà lo stesso.
  • Attenzione alla sfondo: se è caotico, può “disturbare”. Meglio il cielo, il mare o un muro con un quadro.  Mmm, quindi addio selfie se si sta andando a lavoro in mezzo al traffico. Destinate questa attività ai week end fuori porta, o sperate che la vostra parete con il quadro sia vicino ad una finestra, in una giornata velata.

 

9f59869c24ea59816b0348740a84d6d6

Tranquille, come tutte le discipline, anche per i selfie ci vuole un po’ di pratica. Quindi non c’è nulla di male se farete trecento scatti per salvarne uno dopo averlo ritoccato con il filtro Moon perché cacchio c’era un sole che spaccava le pietre. Specie se la fotogenia è una caratteristica che avete lasciato nella placenta al momento della nascita.

Enjoy yuor self(ie)!

Vuoi un abbigliamento fashion a prova di selfie? Compila il modulo e verrai ricontattata per una chiacchierata gratuita. La Consulenza di Immagine ora arriva in tutta Italia grazie a Skype ad un prezzo speciale!

consulente di immagine

Trentenne, milanese, portatrice sana di difetti e curve. Consulente di Immagine dalla nascita, mentre le coetanee leggevano Cioè, lei comprava vestiti per le sue Barbie. Amante del rosso, ne ha fatto il suo stile di vita. Senza rossetto si sente nuda, ama alla follia la sua carlina Dora ed è un’accumulatrice seriale di riviste di moda. Il suo motto è Eat, Wear, Love.