PANTALONI A VITA ALTA: UNA TENDENZA DA AMARE

pantaloni a vita alta

Bentornati pantaloni a vita alta! Dopo decenni passati a tirare su una vita troppo bassa, allenare gli addominali a suon di cassette di Jill Cooper  e di tatuaggi tribali orribili esibiti appena sopra i glutei, possiamo tirare un sospiro di sollievo. E farlo senza paura che il bottone dei pantaloni parta come un proiettile.

A vita alta possono essere i jeans, i pantaloni palazzo, i culottes e molti altri. Requisito indispensabile: devono salire oltre l’ombelico.

Potrebbe interessarvi anche:

LA SEDUZIONE DEI JEANS A VITA ALTA

PANTALONI CULOTTES: COME SEMBRARE PIU’ ALTE

Perché i pantaloni a vita alta hanno più pregi che difetti, insomma il tipico capo di abbigliamento che piace a mamma, papà e anche alla nonna. Da sposare subito. Scusate, indossare.

PANTALONI A VITA ALTA: PERCHE’

Ma quali sono questi innumerevoli pregi dei pantaloni a vita alta? Perché non è che l’amore si basa sui ma e sui se, ci vogliono dati alla mano e devono essere anche convincenti.

pantaloni a vita alta

  • Allungano le gambe. Pregio amatissimo da chi è #diversamenteAlta e ancora sta studiando una pozione per crescere di qualche centimetro.
  • Slanciano. E qui nessuno penso avrà da ridire, che toccare il cielo con un dito piace a tutte.
  • Evidenziano il punto vita. Inteso come punto dove il vostro corpo rientra all’altezza del vostro gomito, giusto per intenderci. Che già lo so che pensavate alla pancia.
  • Distolgono l’attenzione dai fianchi. Perché infondo dovete farvi guardare dove voi volete essere guardate e se i fianchi sono il vostro punto debole, fate due più due. Che fa sempre quattro.
  • Nessuno slip farà mai più la comparsa dai pantaloni nemmeno quando vi rannicchierete ad allacciare le scarpe. E solo per questo dovrebbero vincere l’Oscar come migliori costumi, miglior fotografia e miglior montaggio.

Potrebbe interessarvi anche:

STILE PETITE: MIROSLAVA DUMA

PANTALONI A VITA ALTA: COME ABBINARLI

Sicuramente la vita alta si deve vedere. Sarebbe come indossare una Chanel ma dentro un sacchetto dell’Esselunga. E i modi per abbinarli sono principalmente due.

Con maglie corte, che lasciano intravedere un pezzetto di pelle, o magari anche di più. Diciamo che i centimetri di pelle esposta sono direttamente proporzionali alle ore passate a fare addominali e inversamente proporzionali all’età. Non storcete il naso, vestirsi è anche una questione di proporzioni.

pantaloni a vita alta

pantaloni a vita alta

pantaloni a vita alta

pantaloni a vita alta

pantaloni a vita alta

Sblusando dentro i pantaloni a vita alta tutto ciò che indossate sopra. Una t-shirt, la camicia, il top con le spalle scoperte. Qui non c’è nessun limite di età, solo la scelta dell’abbinamento che vi piace di più. E magari il mantenere i volumi alternati: se i pantaloni sono ampi la maglia meglio stretta e viceversa. Non siate megalomani.

pantaloni a vita alta

pantaloni a vita alta

pantaloni a vita alta

pantaloni a vita alta

pantaloni a vita alta

Potrebbe interessarvi anche:

TENDENZA SPALLE SCOPERTE: COME INDOSSARLA

T-SHIRT: COME ABBINARLA

Hai l’armadio pieno di vestiti che non metti mai? Scopri come indossarli finalmente tutti con una Consulenza di Immagine. Ora arriva in tutta Italia grazie a Skype. Compila il modulo e verrai ricontattata per una chiacchierata gratuita!

consulente di immagine

Trentenne, milanese, portatrice sana di difetti e curve. Consulente di Immagine dalla nascita, mentre le coetanee leggevano Cioè, lei comprava vestiti per le sue Barbie. Amante del rosso, ne ha fatto il suo stile di vita. Senza rossetto si sente nuda, ama alla follia la sua carlina Dora ed è un’accumulatrice seriale di riviste di moda. Il suo motto è Eat, Wear, Love.