VESTIRE LOW COST: COME FARLO CON STILE

vestire low cost

Vestire low cost è una cosa che ormai fanno quasi tutte le donne. La grande distribuzione permette infatti di indossare capi alla moda senza spendere cifre esorbitanti e in tempi di crisi, di lavoro che il più delle volte non c’è, è davvero un grande aiuto.

Ma vestire low cost richiede tanta astuzia perché risultare poco curate, è davvero un attimo. E non c’è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione.

VESTIRE LOW COST: I DETTAGLI CHE FANNO LA DIFFERENZA

La prima cosa che dovete controllare è che il tessuto di quello che state acquistando non gridi al mondo intero quanto low cost sia. Vi faccio un esempio: la classica camicia bianca, capo must have del guardaroba perché salva in tantissime situazioni, se di tessuto scadente vi tradirà. Infatti sui colori chiari, specie su tessuti basici come il cotone o il finto cotone, come lo chiamo io, la qualità non proprio ottima, si noterà molto di più. Cosi come sul pizzo o tutti quei materiali particolarmente lavorati che risulteranno stranamente rigidi.

vestire low cost

vestire low cost

Potreste approfondire leggendo anche:

CAMICIA BIANCA: 21 IDEE PER INDOSSARLA

Controllate sempre le cuciture e i bottoni. Le prime devono essere dritte, non accavallate e non dovrebbero nemmeno tagliare la fantasia del tessuto. Avete presente un vestito a fiori, dove i petali vengono tagliati di netto in corrispondenza delle cuciture? Ecco, questo è indice che ciò che state indossando è un capo low cost. I bottoni invece devono sembrare preziosi e non troppo plasticosi. Tranquille, affinando l’occhio saprete riconoscere i materiali migliori.

vestire low cost

È normale che se i capi non costano molto, il marchio che lo produce deve per forza lesinare su qualcosa, è spesso a farne le spese sono proprio le fodere. Cucite non proprio in modo impeccabile facendo cadere male il capo o ancora peggio, non mettendole e facendovi trovare in pochi secondi con tutte le vostre grazie all’aria. Specialmente quando il vestito è di colore chiaro e purtroppo questo fenomeno non si nota subito in camerino. Quindi avete due strade: o lasciarlo in negozio oppure comprare una sottoveste.

vestire low cost

I vestiti sono i più insidiosi quando si tratta di vestire low cost. Per non tradire la sua provenienza da marchi della grande distribuzione, fate in modo che vi cada a pennello. Questo significa includere nel budget che avete, le spese di una sarta per accorciare l’orlo o stringere il punto vita se ce ne fosse bisogno. Dovete farlo sembrare un vestito su misura, cosi da confondere chi vi guarda.

vestire low cost

vestire low cost

E poi ricordate sempre la regola adottata ormai da tutto il fashion system: accostate sempre ad un capo low cost uno più costoso. Se ad esempio indossate un total look low cost, allora scegliete delle scarpe di ottima fattura. O anche una borsa. Ad una t-shirt da cinque euro, accostate una collana o un blazer di un marchio importante. L’equilibrio nello stile sta sempre nel mezzo. Anche tra il low cost e i capi più costosi.

vestire low cost

Potreste approfondire leggendo anche:

T-SHIRT: COME ABBINARLA

E se ti dicessi che conoscendo ciò che veste alla perfezione il tuo fisico, i tuoi look low cost ne gioverebbero ancora di più? Regalati una Consulenza di Immagine e dai vita al tuo nuovo stile. Compila il modulo e scopri di più!

Trentenne, milanese, portatrice sana di difetti e curve. Consulente di Immagine dalla nascita, mentre le coetanee leggevano Cioè, lei comprava vestiti per le sue Barbie. Amante del rosso, ne ha fatto il suo stile di vita. Senza rossetto si sente nuda, ama alla follia la sua carlina Dora ed è un’accumulatrice seriale di riviste di moda. Il suo motto è Eat, Wear, Love.